Tagged , ,

Call per giovani artisti di Museo d’Arte Domestica

Ecco a voi un’altra call per giovani artisti! Con l’inizio della Fase 2 dell’emergenza Covid-19 iniziano a intravedersi i barlumi della normalità anche se le incertezze legate al coronavirus sono ancora tante.

Per questo, in questa data simbolica, sarà dato l’avvio ad un bando artistico organizzato da emiliolonardodesign in partnership con Mostrami: il bando di Museo d’Arte Domestica!

L’idea ispiratrice del progetto è la seguente frase dello scrittore tedesco Hugo Ball: “Riscriviamo la vita di tutti i giorni” che ci invita alla riscoperta, in chiave nuova e creativa, degli oggetti appartenenti alla nostra vita quotidiana, soprattutto in questo periodo in cui tutti noi siamo a strettissimo contatto con gli spazi della casa e con gli oggetti che li riempiono.

Partecipate alla call, inviando un’immagine della vostra opera e quando si ritornerà ad una situazione di maggiore normalità potrete partecipare ad una mostra fisica ed esporre l’oggetto in questione!

 

 

IL TEMA

Il tema della call che dovrete sviluppare è la reinterpretazione e riscoperta degli oggetti che costituiscono la quotidianità dell’isolamento e di come sia cambiato il rapporto che ognuno di voi ha con questo oggetto rispetto al passato. Infatti, quanto più si vive confinati nella quotidianità domestica, tanto più gli oggetti di ogni giorno tracceranno una geografia simbolica del nostro mondo emotivo.

Quindi, per esempio, dei pennelli mai utilizzati che prima erano lasciati chiusi in un cassetto, adesso mostrano i segni multicolore della pittura e sono diventati i compagni fedeli della vostra quotidianità.

Tutte le foto raccolte verranno poi pubblicate sul sito Museo d’Arte Domestica e sui social.

Mandateci le foto dei vostri oggetti d’arte domestica!

 

 

QUALCHE INFO TECNICA

La candidatura alla call è gratuita.

L’immagine dell’opera dovrà essere inviata facendo attenzione che lo sfondo sia il più uniforme possibile. Ogni opera dovrà avere un titolo e una breve descrizione in cui si spiegherà come è cambiato il rapporto con l’oggetto e che nuovo significato gli è stato attribuito.

Si potrà partecipare completando un form, in cui ognuno dovrà raccontarsi, parlando di sé e delle cose che solitamente si fanno e di come questo periodo ha cambiato la propria quotidianità.

L’immagine potrà rappresentare un oggetto semplice, un ready made o una vostra creazione.

L’intento finale che si pone la call artistica è di organizzare una mostra collettiva di tutti gli oggetti che ogni giovane artista presterà o donerà. A seguito della mostra avrà luogo un’asta in cui si venderanno gli oggetti e il ricavato verrà devoluto in beneficenza, gli oggetti invece che non saranno acquistati verranno restituiti.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *