Tagged , , ,

Murales a Firenze: grandi ritratti decorano i muri della città

Secondo Banksy, lo street artist più noto al mondo, “Alcune persone diventano poliziotti perché vogliono far diventare il mondo un posto migliore. Alcune diventano vandali perché vogliono far diventare il mondo un posto migliore da vedere”.

In effetti, è innegabile che, in questo viaggio tra i murales in cui ci stiamo avventurando ormai da qualche mese, di pezzi di mondo impreziositi da street – art ne abbiamo visti diversi.

Oggi sbirciamo tra le vie di Firenze, regina dell’arte del nostro paese.

#LEDIESIS – FRIDA KHALO E LE SUPERDONNE

Otto donne per un otto marzo tutto da scoprire. In onore della festa della donna spuntano su alcune finestre cieche i ritratti di personaggi femminili che si sono distinti per carisma ed energia. Firmati da Lediesis, artista (o collettivo) dal volto ignoto, strizzano l’occhiolino ai passanti e lasciano intravedere la maglietta del Supereroe più famoso del mondo. Oltre a Frida, personificazione dell’anticonformismo e della determinazione, troviamo personaggi di realtà e fantasia: la principessa Leila di Guerre Stellari, Nefertiti, la Madonna, Rita Levi Montalcini, Margherita Hack, Sophia Loren in “La Ciociara” e Uma Thurman in “Kill Bill”.

JORIT – NELSON MANDELA

Il murales più grande della città (14 metri per 9) è dedicato a Nelson Mandela. A differenza delle superdonne, quest’opera ha avuto una vera e propria inaugurazione, in occasione della ricorrenza dei cento anni dalla nascita di Mandela, ed è stata presentata dallo stesso artista. Inconfondibile il marchio di fabbrica di tutti i suoi ritratti, le cicatrici rosse sui volti. Come ha dichiarato egli stesso, “rappresentato l’appartenenza alla Tribù Umana, chi entra nella tribù così come nei rituali di scarnificazione ha i segni”.

BLUB – LARTESANUOTARE

L’artista fiorentino Blub ricorda l’alluvione che il 4 novembre 1966 sommerse la città. Una serie di personaggi simbolo della cultura, da Dante al David, da Van Gogh alla Gioconda, nuotano con la maschera in un azzurrissimo e serafico fondale. Il messaggio è forte e chiaro: non basterà certo una catastrofe a fermare l’arte!

LEONARDO BORRI – MALCOM X

Un profilo quasi legnoso di Malcom X lancia un messaggio eterno: l’importanza della generazione giovane, quella che davvero può cambiare il mondo. Realizzato sul muro dell’istituto Peano, il progetto è stato seguito dagli studenti della scuola, che sono anche gli ideatori del progetto. Una proposta creata da ragazzi e che parla ai ragazzi, ricordando l’importanza del non sottovalutarsi. Proprio quello che noi di Mostrami cerchiamo di portare avanti!

BASIK, RUN – IL CONFRONTO/SCONTRO

Vediamo adesso un murales un po’ diverso dagli altri: i personaggi non ricalcano volti noti, i tratti non sono nemmeno completamente umani. Sotto la supervisione della Street Levels Gallery, gli artisti incrociano due sagome in un incontro – scontro. Chi ci vuole vedere un abbraccio e chi una lite manesca, senza che esista una risposta giusta. Proprio come la location scelta per l’opera: Rovezzano, un quartiere di periferia prossimo alla Firenze più centrale, che con lei si scontra, ma con lei s’incontra.

NICO LOPEZ BRUCHI, UMBERTO STALIA – VIAGGI

Concludiamo con un enorme murales creato sui muri dell’istituto Marco Polo, in collaborazione con alcuni studenti della scuola stessa. Un primo piano di un aviatore è circondato da un universo sconfinato, e il principe del viaggio Ulisse, per chiudersi in una frase di Antonio Gramsci: “Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo”. La passione e la dedizione dei ragazzi nel progetto ha portato ad una successiva espansione dei murales anche sugli altri lati dell’edificio, sui 12 bagni della sede di via San Bartolo a Cintoia e sul corridoio principale.

Se volete scoprire di più sui murales in giro per la nostra terra date un’occhiata a questo articolo sui murales a Brescia.

Inoltre, potete sempre visitare la mappa dei murales, costantemente aggiornata sui nuovi murales realizzati in giro per l’Italia.

Vi ricordiamo il nostro servizio di murales su commissione se volete portare un pezzetto di quest’arte straordinaria in casa vostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *