Tagged , ,

Murales su Saracinesche: abbassare la serranda senza coprire la vetrina.

La street – art, nell’ideologia comune, ricopre spesso il ruolo di decorazione di ampi muri scrostati. La verità, però, è un’altra: i murales possono assumere forme e ruoli differenti, più educativi o più funzionali.

 

Oggi abbiamo deciso di mostrarvi alcuni dei negozi che hanno rivoluzionato l’idea di saracinesca: invece che coprire l’interno hanno deciso di utilizzarla come una vetrina e decorarla con graffiti che rappresentano il mestiere in questione. Un modo originale per rimanere sempre a contatto con la strada, senza mai chiudere completamente.

 

Roma – Cuoio e Pellami

Su questa serranda del quartiere di Centocelle a Roma, non solo si riporta cosa succede all’interno, ma anche chi si trova. In questo caso a rimanere sempre “Visibili al pubblico” sono i due artigiani che lavorano nel negozio. I tratti quasi fumettistici, lo sguardo puntato su chi passa e le espressioni ammiccanti non possono che indurre chi lo vede ad aspettare con ansia che la serranda venga alzata!

Torino – Cantine Barbadoux

Nuovissimo murales su una saracinesca di una cantina di Torino. I colori dello sfondo portano subito ad immergersi in un’esperienza fatta tutta di vini: i pregiati rossi delle langhe vengono sorseggiati da un’elegante signora. Quest’ultima appare estasiata dall’esperienza che sta vivendo, invogliando chiunque la osservi a vivere la stessa delizia della nostra protagonista.

Bologna – Gioielleria

Colori sgargianti e grande movimento per una piccola serranda in Via Matteotti a Bologna. I piccoli sfavillii distribuiti sul disegno rendono l’idea di un luogo prezioso. In primo piano uno sfavillante diamante, che attira subito gli sguardi delle donne di passaggio. D’altra parte “Diamonds are a girl’s best friend”, no?

 

Roma – Bar

Un immediato richiamo alla gioventù e al divertimento con un buffo personaggio incorniciato dal nome del bar. Lo stile è fresco e colorato, e per un ragazzo è facile immedesimarvisi. Nonostante la sciarpa ed il cappello il protagonista si scalda con la sua birra e il suo sorriso. Senza nemmeno aver messo piede nel locale possiamo già immaginarcelo: un luogo serale e sbarazzino, ottimo per radunare i gruppi di amici!

Albinia – Edicola

Ci spostiamo ad Albinia per la rappresentazione di una scena di uno dei fumetti più famosi al mondo: Dylan Dog. Il suo profilo è inconfondibile ed i tratti del fumetto di sono tutti; un’onomatopea gialla in primo piano, le nuvolette dei dialoghi e i colori brillanti. Il dialogo tra Dylan Dog e Groucho parla a chi ha voglia di vivere esperienze entusiasmanti, e che modo migliore in questo periodo che farlo tuffandosi nella lettura? Non c’è neanche bisogno di dire cosa si cela dietro a questa saracinesca… Ovviamente un’edicola!

Milano – Gelateria

Terminiamo con un sorridente e freschissimo amico dell’estate. Un gelato – steward che invita ad entrare chiunque passi di lì. L’idea di personificare il prodotto risulta vincente: le palline formano delle simpatiche guance pienotte e la tenerezza è assicurata dal cilindro un po’ calante, i piedi enormi e il papillon che sembra stringere un po’ troppo. Inoltre il logo che si scioglie e il rosa sgargiante del gelato fanno venire subito un gran caldo. Non resta che aspettare che si alzi la serranda!

 

Se siete interessati a questo particolare genere di street art leggente anche il nostro articolo sulle saracinesche dipinte in giro per l’Italia.

 

Inoltre vi ricordiamo che anche noi di Mostrami offriamo un servizio di Murales su Commissione, per abbellire anche le vostre attività!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *