UncategorizedTagged , , , ,

Murales pubblicitari: Corso Garibaldi cambia volto!

Quanti modi di intendere i murales conoscete? Mai sentito parlare di murales pubblicitari? Nei nostri articoli vi abbiamo spesso parlato del loro impiego finalizzato alla rigenerazione urbana e all’arricchimento delle strade della città attraverso colorati attacchi d’arte. A Milano siamo abituati a vedere opere murali di ogni dimensione, stile e significato, firmati da giovani artisti emergenti e professionisti affermati. Una strada in particolare della nostra città, che tutti conoscerete, raccoglie bellissimi murales con una funzione un po’ particolare, quella pubblicitaria.

Gli alti e spaziosi muri di Corso Garibaldi, dal 2017, sono stati utilizzati come tele per sperimentare un nuovo modo di comunicare prodotti di grandi case di moda e aziende, dando il la a delle azioni di marketing volte a sostituire i grandi cartelloni pubblicitari con delle vere e proprie opere d’arte. Fu Casa Gucci che, proprio in quella strada, per prima trasformò un’ampia facciata laterale di un palazzo in uno dei suoi metodi di promozione.

Da tre anni a questa parte, infatti, possiamo ammirare in Largo la Foppa 4, splendidi dipinti murali ciclicamente rinnovati e che lasciano trapelare i valori del noto brand di moda. Gucci non è stata però l’unica azienda a vedere nell’arte un buon mezzo per attirare gli occhi a se, altre grandi aziende l’hanno seguita in questo intento. Andiamo a vedere nel dettaglio quali sono state alcune tra le recenti iniziative più accattivanti mirate ad esaltare il fascino di Corso Garibaldi attraverso i murales.

 

 

Murales by Alfa Romeo

Credits to “Brand News”

Le prime settimane del 2020 hanno visto comparire sul nostro amato Corso Garibaldi, un’opera murale esplosiva che esce dagli schemi delle classiche modalità di promozione delle case automobilistiche. In occasione del lancio delle auto Giulia e Stelvio, si è puntato su un linguaggio nuovo, in grado di catturare l’attenzione dei numerosissimi passanti e stupire attraverso una tecnica innovativa. Questo stile ha permesso di creare un effetto tridimensionale permettendo allo spettatore di cogliere la bellezza dell’opera in ogni punto di osservazione e di mettere ben bene in mostra Alfa Romeo.

 

Murales by Gucci

Credits to “Inside Marketing”

Impossibile non approfondire ancora le iniziative della casa di moda fiorentina che ha funto da pioniera nell’utilizzo dei murales come forma espressiva delle nuove collezioni in Corso Garibaldi. Gucci dal 2017 alterna opere murali che ricoprono l’intero fronte laterale dell’altissimo palazzo di Via Largo la Foppa 4, cambiandogli volto ogni stagione. Ultima veste? Quella nata dalla collaborazione con The North Face. Il murales pubblicitario stavolta funge da stimolo per incoraggiare chi indossa i nuovi capi nati da questa inedita partnership ad esplorare nuovi territori andando così, alla scoperta di se stessi.

 

 

Murales by Samsung

Credits to “Samsung Global Newsroom”

Negli ultimi mesi del 2020, Samsung, in collaborazione con l’artista Loste, crea un murales pubblicitario dai colori vivaci che si inserisce, tra gli altri, della storica via meneghina. A colpi di pittura spray, l’azienda elettronica pubblicizza il nuovissimo Galaxy S20 FE disponibile in sei colorazioni esclusive e l’artista lo comunica attraverso un’opera dinamica, allegra e soprattutto colorata! Il capo marketing di Samsung Italia sostiene che il nuovo esperimento pubblicitario per l’azienda, è una modo estremamente appropriato per esaltare un prodotto dallo spirito giovane e divertente. Sostiene, inoltre, che la scelta del linguaggio basato sulla street art, sia un gesto dal grande impatto che dimostra la volontà di proiettarsi nel futuro verso sempre nuovi orizzonti comunicativi.

 

 

Murales by Fineco Bank

Credits to “Brand News”

Nasce da poco l’art wall dal nome “L’Arlado” commissionata da Fineco Bank in Corso Garibaldi 81 e realizzato dallo street artist Loste. In circa 200 metri quadri si è voluto rappresentare il tema dell’innovazione nato dal rapporto tra uomo e tecnologia attraverso un nuovo canale di comunicazione che intreccia l’arte. Il progetto e l’intento perseguito da Fineco Bank, però, va anche oltre la pubblicità e rientra in una più ampia iniziativa volta alla rigenerazione urbana e al recupero di una parete spoglia dal potenziale che oggi è sotto gli occhi di tutti nella sua veste migliore.

 

 

Quanto vi abbiamo raccontato rappresenta una sorta di ritorno al passato, di scostamento dalle dinamiche digital ed esaltazione dell’arte contemporanea nella sua forma di murales. Abbiamo, insieme a voi, scoperto il peso che grandi aziende e case di moda attribuiscono a una forma comunicativa di grande impatto visivo che coinvolge lo spettatore e attribuisce una luce sempre nuova alle strade della nostra amata Milano. La prossima volta che passeggerete in Corso Garibaldi, rivolgete lo sguardi all’insù e perdetevi dei colori e nelle forme di pubblicità dal sentore di opere d’arte.

 

Quali sono le altre funzioni dell’arte nelle strade della città? La rigenerazione urbana è la principale! Leggi il nostro articolo a riguardo e scoprirai modalità differenti adottate in tutta Italia.

E ricorda che… se desideri un murales personalizzato noi siamo qui per soddisfare le tue richieste!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *