Arte contemporanea: continuiamo la scoperta degli artisti più famosi in questo terzo nuovo appuntamento!

Anche oggi vogliamo stupirvi e raccontarvi l’arte contemporanea vista dagli occhi di tanti esponenti di diverse correnti artistiche e performative.

In questo articolo vi proponiamo un tour alla scoperta dei più importanti protagonisti viventi dell’arte contemporanea e dei grandi maestri contemporanei che purtroppo non ci sono più ma la cui arte, immortale e indiscussa, continua ad essere di insegnamento e di ispirazione per tutti noi.

Buona lettura!

 

La Pop Art di Andy Warhol

 

credits: huffington post

Andy Warhol, nato a Pittsburgh nel 1928 e morto nel 1987, è stato un famoso e rivoluzionario artista contemporaneo: pittore, grafico, illustratore, scultore, regista e molto altro.

Considerato uno dei padri del movimento della Pop Art, e uno dei più influenti artisti del XX secolo. Intorno al 1960 Andy Warhol comincia a realizzare le prime opere d’arte che si ispirano a fumetti e immagini pubblicitarie: da Superman alle bottiglie di Coca Cola.

La sua arte rivoluzionaria si distingue per l’utilizzo della serigrafia, particolare tecnica di stampa che permette la riproduzione in serie delle sue opere, a simboleggiare la produzione di massa diffusa a partire dal secondo dopoguerra.

credits: artetrama.com

L’artista riteneva divertente trovare in un museo un tipico prodotto da supermercato o un’icona pop, proprio per risaltare in maniera ironica il grande discorso della comunicazione di massa.
Nel suo studio artistico, la Factory, riproduceva immagini comuni: “icone simbolo” del suo tempo, lattine di zuppa Campbell’s, ritratti di Marilyn Monroe e non solo…

Il concetto di arte contemporanea inteso da Warhol era quello per cui l’arte potesse essere fruita di chiunque, senza distinzioni sociali.

 

Tra i più famosi artisti contemporanei: Louise Bourgeois

credits: artevitae

Scultrice e artista francese, Bourgeois si afferma tra gli artisti contemporanei più famosi per le sue installazioni in metallo e opere scultoree. Nata a Parigi nel 1911 e scomparsa nel 2010, si occupava in maniera approfondita di sessualità, famiglia e solitudine.

Rappresentava immagini trasfigurate del membro maschile e celebrava il concetto di maternità con enormi sculture filigrane a forma di ragno.

Le sue opere d’arte contemporanee hanno dimora in diverse città. Nel 1997 presso la Fondazione Prada di Milano c’è stata la prima importante retrospettiva in Italia con delle nuove sculture fatte di abiti che richiamavano l’idea di una memoria personale di cui liberarsi, tema assai caro all’artista.

credits: exibart.com

Più recentemente, nel Parco delle Sculture di Origgio (VA), è stata installata una grande scultura donata dall’artista alla città. L’opera, intitolata The Couple, rappresenta un viscerale abbraccio tra due figure antropomorfe sospese a un albero ed è l’unica opera di grandi dimensioni di Louise Bourgeois esposta in uno spazio pubblico non museale in Europa.

 

Il graffitismo di Jean-Michel Basquiat

credits: left.it

Basquiat nasce a Brooklyn nel 1960 e ci lascia giovanissimo all’età di 27 anni per tossicodipendenza.

Viene considerato uno degli artisti contemporanei più famosi per il suo estro creativo. A 17 anni ha iniziato a riempire tutti i muri di Manhattan con i suoi graffiti, firmandosi SAMO, acronimo di “Same Old Shit”.  Writer e pittore, è uno dei maggiori esponenti del graffitismo americano che riuscì a portare l’arte dei graffiti dalle strade alle gallerie d’arte.

Fu l’incontro con Andy Warhol nel 1978, artista di cui abbiamo parlato prima, a renderlo celebre: si affermò come uno degli artisti più produttivi e più apprezzati degli Stati Uniti.

I due artisti contemporanei avevano un’idea comune dell’arte intesa come popolare e pubblica. Le sue opere traggono ispirazione dalle sue origini caraibiche e da altri elementi che derivano dalle culture afroamericane, africane e azteche.

 

Daniel Spoerri: un famoso artista contemporaneo da conoscere

credits: artfacts.net

Daniel Spoerri è un artista contemporaneo nato in Romania nel 1930 e inventore della Eat Art come performance interattiva nel 1967.
Con questa particolare corrente artistica, intendeva avviare una riflessione critica sui principi fondamentali della nutrizione e celebrare la ritualità del quotidiano.

Tra le sue opere d’arte contemporanea ricordiamo i famosi assemblages, tableaux-pièges, sculture, collage e molto altro. Le sue famose tavole verticali sono opere paradossali, caratterizzate da una riflessione tra cibo, arte e morte.

Grande artista e narratore contemporaneo, Daniel Spoerri è approdato anche in Toscana quando, all’inizio degli anni ’90, ha iniziato a costruire un Parco Sculture a sud di Siena.

Il Giardino di Daniel Spoerri, di cui abbiamo parlato in modo più approfondito nel nostro articolo dedicato ai parchi artistici d’Italia, è aperto al pubblico da Pasqua a Ottobre ed esibisce oltre cento opere di 50 artisti diversi.

 

Keith Haring e le opere d’arte urbana

credits: travelonart.com

Il prossimo artista contemporaneo che vi proponiamo è un giovane artista che ci ha regalato incredibili opere d’arte urbana fino alla sua morte, nel 1990.

Keith Haring è considerato uno dei padri della street art. Le sue opere si contraddistinguono per lo stile inconfondibile e per i suoi personaggi colorati stile cartoon, diventati icone pop negli anni ‘80.
Haring è sicuramente tra gli artisti contemporanei più famosi. Oltre che a disegnare nel suo studio, ha coperto di colore moltissimi spazi urbani con i suoi graffiti: stazioni della metropolitana, muraglioni in cemento e playground nelle periferie.

Qui in Italia, precisamente a Pisa, abbiamo la fortuna di ospitare una delle sue grandiosi opere.
Stiamo parlando dell’opera Tuttomondo, dipinta nel 1989 sulla parete esterna del Convento di Sant’Antonio. Qui potrete osservare la sua originale iconografia, composta dai “radiant-boys”: colorati omini stilizzati che si abbracciano, si baciano e vivono e ritraggono un diverso aspetto del mondo in pace. Un vero e proprio inno alla vita.

Per approfondire e scoprire le opere più famose di un grande artista contemporaneo come Keith Haring corri a leggere il nostro articolo!

 

 

Qui termina il nostro terzo appuntamento alla scoperta degli artisti contemporanei più famosi, dedicato ai grandi maestri del secolo scorso e ai grandi artisti che stanno scrivendo la storia nel nostro contemporaneo.

Vi siete persi la prima puntata su grandi artisti, come Yayoi Kusama, e la seconda puntata su maestri della contemporaneità come Cristopher Wool?  Correte a leggere i nostri articoli per un fantastico viaggio nell’arte contemporanea!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *