Percorsi green di urban art a Milano? 3 milioni di nuovi alberi nella metropoli lombarda? Scopriamo insieme che cosa hanno in comune due dei progetti più importanti per il futuro green di Milano.

Open City Art, Milano si Colora di verde

Open City Art (OCA per gli amici) è un’idea originale ed innovativa che vede al suo centro temi come la street art, la sostenibilità e la tecnologia. OCA si pone come obiettivo principale di contribuire alla riqualificazione urbana di Milano e il primo passo parte dal progetto City Pixel. Questa iniziativa ha preso l’avvio quest’estate e andrà avanti fino alla fine di ottobre. Il progetto vuole donare nuova luce ad alcune delle saracinesche presenti nelle vie della città e coinvolgerà tantissimi giovani street artists italiani. Solo i migliori avranno però la possibilità di veder realizzati i loro artworks.

Il programma prevede 8 eventi di live performance che si terranno per le strade delle zone 8 e 9 della città meneghina. Questo sarà solo l’inizio, infatti questa iniziativa è solo il primo step di un progetto che vuole coinvolgere anche le altre zone di Milano, per creare così un grande museo “responsabile” all’aria aperta.

Sostenibilità e digitale, due temi che ci stanno a cuore

Abbiamo parlato di tecnologia e di sostenibilità, ma cosa centra tutto questo con Open City Art e City Pixel? Molto semplice, per permettere la visione dei murales sulle “cler” dei negozi anche in orari diurni, è stato deciso di sfruttare la realtà aumentata, rendendo così il progetto ancora più digital. Attraverso la scansione di un apposito QR code sarà infatti possibile accedere a contenuti virtuali che permetteranno di scoprire sia l’opera che l’artista. I temi dei murales riguarderanno alcuni degli obiettivi dell’Agenda 2030 (programma ONU per lo sviluppo sostenibile), come la lotta contro il cambiamento climatico e la produzione ecofriendly. Le sorprese non finiscono qui, saranno presenti anche molti consigli e metodi per ridurre l’impatto ambientale!

Se siete interessati alle proposte artistiche che abbiamo valutato per l’avvio, ecco a voi il collegamento!

Forestami, l’area metropolitana di Milano diventa green

Rimanendo in tema di riqualificazione urbana, vogliamo parlarvi di un altro progetto bellissimo che si sta sviluppando a Milano… il progetto Forestami non può non essere considerato come un altro protagonista in tema di sostenibilità. L’idea nasce nel 2018 con uno scopo ben preciso: riuscire a piantare 3 milioni di alberi nell’area metropolitana di Milano entro il 2030. Il motivo di questa scelta? Contrastare il cambiamento climatico e migliorare la qualità dell’aria che respiriamo. Alcune metropoli come New York, Parigi e Shangai hanno già iniziato un forte processo di forestazione urbana, Milano non ha assolutamente intenzione di essere da meno. Gli obiettivi progettuali di Forestami sono di moltiplicare gli alberi e gli arbusti all’interno dei parchi cittadini, di aumentare le piante presenti sui viali, nelle piazze e addirittura sui tetti delle case… una vera e propria iniziativa green a 360°!

Perché proprio 3 milioni di piante? Perché è il numero degli abitanti dell’intera provincia milanese e Forestami vuole riuscire a piantare almeno un albero per ognuno di loro. Sono proprio i cittadini a ricoprire un ruolo importantissimo all’interno di questa iniziativa. Questo progetto, infatti, non cerca solamente di riforestare l’area metropolitana e rendere Milano una città più green, ma al centro del suo programma prevede di donare un nuovo senso civico alle persone. La volontà è quella di far capire ai cittadini come il verde sia un vero e proprio investimento per il benessere delle persone. A coinvolgere ancora di più i milanesi sarà il progetto che partirà il 21 novembre 2021. Esso consisterà nel dare in gestione a 1.000 abitanti un albero ciascuno e costoro dovranno prendersene cura per la durata di un anno; al termine di questo periodo le piante verranno restituite a Forestami per essere poi piantate.

Per indirizzare Milano verso una strada più green sarà necessario piantare dove serve davvero, e Forestami lo sa bene! Le depavimentazioni e il posizionamento di alberi in punti strategici sono uno step essenziale per cambiare la città e per ridurre lo sfruttamento del suolo. Il tema della restituzione delle acque è centrale per il progetto, in quanto attraverso questi processi di fitodepurazione è possibile aumentare la permeabilità del terreno.

Come direbbero in inglese “let’s talk about facts,” vediamo quindi insieme quali sono alcuni dei benefici derivanti dalla forestazione urbana. L’aumento della capacità di assorbimento di CO2 sarà uno dei primi effetti, gli agenti inquinanti presenti nell’atmosfera verranno ridotti e verrà migliorata così la qualità dell’aria. Pensate che un albero adulto riesce ad assorbire fino a 0,4 tonnellate di anidride carbonica all’anno, producendo abbastanza ossigeno da soddisfare il fabbisogno annuo di 10 persone. Verranno inoltre creati nuovi posti di lavoro e la nascita di queste aree verdi contribuirà a migliorare la salute mentale e fisica dei cittadini.

Chi c’è dietro al progetto?

Forestami vanta una una partnership trasversale, Comune di Milano, Regione Lombardia, parco Nord, parco agricolo Sud ed ERSAF sono i nomi di coloro che credono fermamente in questa iniziativa. La direzione scientifica è stata affidata ad una squadra di esperti del Politecnico di Milano, team che vedrà al suo interno uno degli architetti più amati dai milanesi, Stefano Boeri. La speranza del gruppo di Forestami è che ci siano anche molti cittadini a partecipare a questa iniziativa. Un ruolo molto importante sarà ricoperto dai comuni, sono già più di 80 tra chi ha deciso di partecipare e chi ha manifestato un concreto interesse; il loro compito sarà fondamentale per coinvolgere i cittadini di tutte le età e comunicare loro il valore della forestazione urbana.

credits to forestami.org

Come contribuire?

Se vi stavate chiedendo come fare per dare il vostro contributo non preoccupatevi, è molto semplice. Sul sito officiale di Forestami troverete tutte le informazioni necessarie per donare, per regalare un albero o per partecipare alle tante piccole iniziative che offrono per piantare direttamente con le vostre mani… E non preoccupatevi, avere un pollice verde non è richiesto!

Questo progetto è molto attivo anche dal punto di vista social, è presente una pagina instagram dedicata e c’è la possibilità di iscriversi ad una newsletter per non perdere neanche un aggiornamento.

E per OCA? Beh anche per il nostro progetto proveremo a coinvolgere quanti più “amanti del green”… vi terremo informati non appena lanceremo il nostro crowdfunding.

Le due iniziative di cui vi abbiamo parlato oggi rappresentano il futuro sostenibile della città di Milano, e voi cosa ne pensate? Volete fare parte del futuro? Fatecelo sapere nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *